· 

Miracolo, Pubbli Auto esiste ancora e non lo sapevamo!

 

Le sorprese nella vita non finiscono mai. 

 

 

Come in uno dei migliori sequel di Ritorno al Futuro con Michael J. Fox, eccoci proiettati da un giorno all’altro in una realtà alternativa in cui  Pubbli Auto, azienda che pensavamo chiusa nel 1985 ovvero da più di 35 anni, è invece ancora attiva dal tempo dei rally ed ha sede a Milano.

Oggigiorno è guidata da un "giovane molto bravo” che nonostante la giovane età è in grado di fornire autentiche documentazioni per certificare l’originalità della grafica su vetture d’epoca (!).

Sono solo alcune delle mirabolanti rivelazioni che abbiamo avuto il piacere di conoscere recentemente e in modo del tutto fortuito, ma ... procediamo con ordine dall'inizio della storia.

 

La storia

A Febbraio 2021 veniamo contattati da una Autofficina di Torino conosciuta per la preparazione delle vetture storiche. Vogliono che prendiamo parte ad un ambizioso progetto affidandoci il ripristino grafico della Lancia 037 livrea Normende ex di Bacchelli cui sarebbe seguito un book ufficiale sul restauro curato da Sergio Remondino. 

Il progetto ci sembra interessante, visitiamo la loro sede, parliamo a lungo, visioniamo le foto in loro possesso e facciamo un’offerta per eseguire la grafica in vernice garantendo una lavorazione eseguita secondo la metodologia artigianale dell’epoca che avrebbe portato ad un risultato estetico coerente e bello senza quel senso di “nuovo” e di artificialmente perfetto trasmesso da quei lavori di livree fatte a computer e con l’impiego di metodi esecutivi da carrozzeria moderna. Parte una trattativa un po’ in salita poiche’ le due parti non sono vicinissime nei numeri, così i responsabili del progetto vengono a farci visita in persona pur di convincerci ad andare loro incontro. Vogliono anche sapere se siamo stati noi (nostro papà Vinicio in realtà) a realizzare la grafica originale di quella vettura, noi facciamo le nostre indagini e pur sapendo che nostro padre in quel periodo lavorava con continuità direttamente per Fiat e Lancia rispondiamo loro che quella specifica livrea probabilmente non l’avevamo fatta noi, nostro padre non la ricorda e non abbiamo trovato nessun materiale inerente.


Ma loro non si scoraggiano, ci dicono che sono ammirati e lusingati di avere la possibilità di inserire una azienda storica come la nostra nel progetto poiché darebbe ulteriore valore a questo restauro e tornano all’assalto con rinnovato entusiasmo pur di farci prendere parte a questo progetto. La corte si fa serrata (altri incontri e telefonate) fino a che capitoliamo accettando di eseguire la macchina alle loro condizioni.

Sennonchè, pochissimo tempo dopo, riceviamo una telefonata piuttosto sbrigativa in cui il nostro interlocutore ci spiega che non avevano più bisogno di noi per il restauro, che la loro scelta era irrevocabile e che comunque non eravamo stati noi ad eseguire l’auto originale (cosa da noi peraltro mai affermata). Il tempo di restare qualche ora increduli e sinceramente dispiaciuti di fronte ad un cambiamento di modi piuttosto repentino e inspiegabile considerati i toni sempre gentili e rispettosi fino a quel momento, e torniamo ad occuparci delle nostre altre impellenti lavorazioni.

Passano i mesi e dimentichiamo questa bizzarra vicenda, se non che pochi giorni fa la vita ci fa il dono di farci trovare nel posto giusto al momento giusto. Nel corso di una visita presso amici ci capita di notare con la coda dell’occhio in un angolo della casa la copertina di una bella rivista del mondo del rally, GRACE CLASSIC & SPORT CARS, n. 209 del Mese di Novembre 2021, raffigurante proprio la Lancia 037 Nordmende del 1982 ex Bacchelli appena finita di restaurare !


 

Apriamo l'articolo a pag. 20 per scoprirne di più e per poco non ci prende un colpo, apprendiamo infatti che la ditta concorrente che ci aveva sottratto il lavoro era niente meno che Pubbli Auto !

Ecco che cosa hanno letto i nostri increduli occhi:

 

(...).“Si è trattato di un lavoro molto lungo. Infine, quando la carrozzeria è stata ultimata, è stata mandata a Milano da Publiauto, la ditta che aveva fatto la livrea originale. Anche in questo caso si è dunque voluto rispettare fedelmente quella iniziale, tutto ciò grazie a Gianni Mininni, il presidente del Club Lancia Stratos Mania, che in Italia è ritenuto il più grosso conoscitore di quella macchina. Le sue dritte sono state quelle giuste perchè il padre era colui che materialmente disegnava le livree, da quelle Alitalia a quelle Martini. Grazie al lavoro di ricerca di Mininni, è stato accertato quali fossero esattamente i colori della livrea e solo allora la macchina è andata alla Publiauto, oggi portata avanti da un giovane molto bravo, che ha fornito anche lui, tutte le certificazioni.”(...)

 

 

Leggiamo e rileggiamo ma dobbiamo arrenderci all’evidenza, siamo improvvisamente stati sbalzati in un 2021 alternativo, un nuovo presente possibile. Come nel famoso film di M.J.Fox. anche qui il 1985 è l’anno chiave da cui si è originata una nuova realtà alternativa.

In questo nuovo presente alternativo Pubbli Auto non ha chiuso definitivamente i battenti nel 1985 come ci ricordavamo noi e i tanti addetti ai lavori, ingegneri, meccanici, appassionati dell’epoca ma ha continuato beatamente a portare avanti l’attività sino ai giorni nostri all'insaputa di tutti.


In realtà .... a dirla tutta sembra una ditta un po’ diversa da come ce la ricordavamo noi. Beh certo, non è di Turin, l’è milanès (la dicitura TORINO dev’essere rimasta incollata sull’auto) ! Addirittura ha perduto una B (ops!) e si chiama Publiauto con la A minuscola ma siamo sicuri: nonostante questi “insignificanti” dettagli non può che essere lei perché l’articolo lo afferma con sicurezza, è la stessa ditta che ha fatto la livrea originale della Lancia 037 Nordmende ! 

 


Solo ora riusciamo a giustificare pienamente la reazione, di primo acchito inspiegabile, dei committenti che dopo averci lodati e corteggiati per giorni ci hanno mollati su due piedi senza ripensamento alcuno. Ma come biasimarli una volta appreso che si erano trovati di fronte nientepopodimeno che ai veri autori della grafica originale nel lontano 1982 ?!? Un vero colpo di fortuna ! 

Proseguendo nella lettura apprendiamo inoltre che l’unica possibilità di mettersi in contatto con questa leggendaria ditta perduta e poi risorta come una fenice dalle ceneri a 35 anni e 200 km distanza dalla originale sede torinese sia quella di consultare il figlio di “colui che materialmente disegnava le livree” in Pubbli Auto e che, a giudicare da quanto si legge nell’articolo pare essere pure un profondo conoscitore della Lancia 037 (senz'altro è riconosciuto per essere un grande conoscitore della storia di Lancia Stratos, ma che fosse anche esperto di 037 è una scoperta recente …). 

C’è di più. L’articolo nomina anche un “giovane molto bravo” di cui ingiustamente non è riportato il nome (o forse la sua mancanza è stata più una benedizione, perché si sa che in certe situazioni meno uno ci mette la faccia e meglio è ... e lo capiamo benissimo!). 

Entrambi i componenti di questo interessante sodalizio, il “figlio di colui” e il “giovane molto bravo”, nel campo della lavorazioni storiche hanno in comune un ottimo curriculum :

 

  0 grafiche realizzate sulle vetture al tempo delle corse anni '60-70-80-90' 

  0 grafiche realizzate in vernice sulle vetture dal 1993 (ritiro della Lancia dai Campionati Mondiali) al 2018

 

                                                                                                                                                   In altri tempi qualcuno avrebbe detto: Zero Tituli !



 

Il duo così costituito, accumunato da questo mirabolante primato, riesce nel miracolo di produrre certificazioni credibili su un restauro storico vincendo la concorrenza di un’azienda con più di 50 anni di anzianità che ha eseguito con metodologia artigianale a partire dagli anni 70 un numero consistente di livree per vetture da corsa e conserva tutt’ora un patrimonio di documenti storici unico nel suo genere. Ci sembra tutto normale !

E poco importa se magari l’effetto del risultato finale del lavoro - almeno ai nostri occhi - non sarà proprio simile e coerente a quello dell’epoca, in fondo sussurrando il nome Pubbli Auto si possono mettere in moto conseguenze imprevedibili; il Suono di questa doppia Parola Magica si diffonde nell’aria inebriando e seducendo le menti dei meno smaliziati e talvolta riesce addirittura a capovolgere la sorte di lavori già assegnati ad altri. 


 

Happy end ?

A questo punto della storia, vi chiederete, perché non organizzare una bella reunion Pubbli Auto – Pubbli Mais ?

Beh, onestamente l’idea che in questa realtà alternativa Pubbli Auto non sia mai morta ci rende semplicemente euforici, perché possiamo solo immaginare quanti lavori avranno eseguito in questi ultimi 35 anni, cioè dal 1985 ad oggi, e quante meravigliose gallerie fotografiche avranno da mostrarci. Potremmo essere i primi al mondo a poter ammirare i loro lavori e la loro nuova sede, dal momento che dopo accurate ricerche sul web di questa Pubbli Auto 2.0 di Milano non si trova stranamente la benché minima traccia. 

Purtroppo, la pellicola Ritorno al Futuro insegna, siamo anche consapevoli che un incontro in questa linea temporale tra “noi” e “loro” potrebbe scaturire un paradosso spazio-temporale che neanche Doc di Ritorno al Futuro riuscirebbe mai a ricucire. Forse questa volta è meglio rinunciare, ricordando piuttosto la Pubbli Auto dei tempi che furono, quando ancora la linea temporale non era stata alterata.

Terminiamo questa storia con uno sguardo fiero rivolto al cielo ricordando sempre a tutti i furboni che noi, come paladini del Passato e della Tradizione, saremo SEMPRE costantemente a vegliare su tutte le piattaforme web e i giornali cartacei affinchè le informazioni che mirano ad alterare il ricordo della realtà della Gloriosa Era del Rally vengano segnalate, portate alla luce e infine consegnate all’opinione pubblica ! 

Ma questo è un altro film …


PER CHI VOLESSE APPROFONDIRE

 

BLOG

L'intreccio storico: il passaggio di consegne tra Pubbli Auto e Pubbli Mais 

Per approfondire le origini e lo strano intreccio storico che lega Pubbli Mais, Pubbli Auto e IPAI.

 

STORIA

Intervista a Mais Vinicio 

La Storia della nascita di Pubbli Mais e il contesto storico nella quale nacque, dalle parole del fondatore.

 


PRECISAZIONI

LA RIVISTA

Desideriamo precisare che GRACE CLASSIC & SPORT CARS è una rivista molto bella consigliata senz’altro a tutti gli appassionati, e ci teniamo a dispensarla da eventuali responsabilità su disguidi ed inesattezze riportate poichè probabilmente l'articolista ha probabilmente trascritto le informazioni che gli sono state fornite (anche se magari per altre occasioni riguardanti articoli sui restauri storici una piccola verifica sarebbe oppurtuna).


Seguici sui Social

 

Pubblimais Rally Torino

Pubblimais

Pubblimais Rally Torino



 

PUBBLIMAIS di MAIS ROBERTO

Strada Vicinale della Pronda 135/9 - 10142  TORINO

PI 10210790019  -  CF  MSARRT78E17L219P    

Codice Destinatario: W7YVJK9

Orari di apertura:  da Lun a Ven dalle 9 alle 12,15 e dalle 14,30 alle 18

Il Sabato mattina solo su appuntamento

 

Trovaci con Google Maps



 

Recensisci la nostra azienda su Google: